14956040_689437724554382_2992643171966463225_nAnche a Reggio Emilia si è svolto lo sciopero generale indetto da USI-AIT e CUB.

Lo sciopero è stato preceduto da un buon lavoro di agitazione e propagande, svolto tramite volantinaggio presso le principali mense della città e tramite l’affissione di centinaia di manifesti che lanciavano lo sciopero e la contestuale manifestazione a Reggio Emilia.

Il corteo si è tenuto la mattina del 4 novembre, partendo dalla Gabella di via Roma e terminando in piazza Casotti. Qua si sono svolti i comizi finali che hanno visto gli interventi di Pietro Braglia del Comitato Esodati di Reggio Emilia e di Franco “Colby” Bertoli, segretario generale dell’USI-AIT.

Durante il corteo, che ha vista la presenza di oltre un centinaio di di compagni e compagni, si sono svolti diversi interventi, che hanno ribadito le ragioni dello sciopero, e un fitto volantinaggio.

Molti interventi hanno ripreso la tematica dell’antimilitarismo, tema da sempre fondante per l’USI, ribadendo come vi sia una forte contiguità tra guerre esterne e guerre interne e come sempre più spesso le questioni sociali vengano ridotte a mere questioni di ordine pubblico da affrontare manu militari.

Al corteo hanno partecipato diverse delegazioni provenienti da Parma, Modena, Bologna, Firenze e Ancona.

Dopo i comizi si è tenuta una grande pastasciuttata al Circolo Anarchico C. Berneri che si è protratta fino al tardo pomeriggio.

Usi – Ait Sezione di Reggio Emilia || Via don Minzoni 1/d || 345 975803

facebook.com/usiReggioEmilia/ || usireggioemilia.noblogs.org || usi-reggioemilia@inventati.org

4_11_16

Il 4 novembre 2016 in tutta Italia si svolgerà lo sciopero generale indetto da USI-AIT e CUB.

  • Per la redistribuzione del reddito attraverso consistenti aumenti salariali per tutti i lavoratori e pensionati;

  • Per la rivalutazione delle pensioni, riduzione degli anni per il diritto alla pensione, salute e sicurezza sui posti di lavoro;

  • Diritto all’abitare, contro la precarietà e lavoro gratuito;

  • Per il diritto al lavoro, attraverso la riduzione d’orario a parità di salario, investendo per la bonifica dei siti inquinati, la messa in sicurezza del territorio, il risparmio energetico e le energie alternative;

  • Per la parità di diritti agli immigrati e l’integrale abolizione della legge “Bossi-Fini”;

  • Per il reintegro immediato o il prepensionamento degli esodati

  • Contro la guerra , che sta coinvolgendo l’Europa il Medio Oriente e paesi dell’Africa, contro le fabbriche di morte le spese militari e la guerra interna contro i ceti popolari;

  • Per la messa in sicurezza del territorio la bonifica dei siti inquinati;

  • Per la sicurezza nei posti di lavoro. Basta morti;

  • Contro l’accordo sulla rappresentanza del 10/01/2014 tra confindustria e sindacati concertativi;

  • Contro la politica economica e sociale del governo Renzi e dell’Unione Europea, contro il Jobs Act e, l’abolizione dell’art.18;

  • Contro le false cooperative e quelle utilizzate per ridurre i diritti e la retribuzione dei lavoratori;

  • Contro il blocco dei contratti pubblici e privati, e la individualizzazione del rapporto di lavoro;

  • Contro le privatizzazioni, le grandi opere dannose e la distruzione del territorio;

L’USI di Reggio Emilia invita tutti e tutte a scioperare e a partecipare al corteo cittadino costruendo una mobilitazione dal basso autogestita, indipendente e orizzontale.

Usi – Ait Sezione di Reggio Emilia || Via don Minzoni 1/d || 345 975803

facebook.com/usiReggioEmilia/ || usireggioemilia.noblogs.org || usi-reggioemilia@inventati.org

14470375_659026417588248_7995480320778289311_n

sciopero18a3_RE_web

« Pagina precedente